Asus ROG G20AJ [Linux Test] ITA

Ed eccoci qui, con il terzo appuntamento della serie “Linux Test”!
Oggi andremo ad analizzare un PC della serie Gaming ROG di Asus, esattamente il modello Asus ROG G20AJ.

Breve introduzione dell’azienda

ASUS è tra i primi tre vendor a livello mondiale di PC portatili consumer e leader nella produzione delle schede madri più vendute e premiate al mondo. Dal 1989, ASUS ha infatti venduto oltre 500 milioni di schede. Sinonimo di qualità in tutto il mondo, ASUS offre soluzioni in grado di soddisfare le più diverse esigenze, dal segmento office a quello dei personal device e della digital home, con un portafoglio prodotti estremamente ampio, che include anche tablet, smartphone, schede grafiche, drive ottici, PC desktop, server, soluzioni wireless e di networking. Nel corso del 2014 ASUS ha ottenuto 4326 riconoscimenti da parte della stampa di tutto il mondo, affermandosi sulla scena globale per la creazione di nuove categorie di prodotto che hanno rivoluzionato il mercato IT, come l’Eee PC™ e le serie Transformer. Nel 2014 ASUS ha infatti guadagnato il primo posto per numero di dispositivi 2-in-1 spediti e, con 11,5 milioni di prodotti venduti, il terzo nelle vendite di tablet. Nell’ultimo biennio diverse ricerche indipendenti hanno qualificato ASUS come n.°1 per affidabilità nella classifica dei produttori di PC portatili, a testimonianza dell’impegno verso l’eccellenza tecnologica e la qualità costruttiva dei propri prodotti e nei confronti dell’ambiente con una speciale attenzione verso tutti gli standard e le iniziative ecofriendly . Con oltre 16.000 dipendenti, un reparto di R&D all’avanguardia che vanta 5.200 ingegneri, ASUS ha chiuso il 2014 con un fatturato di circa 14,5 miliardi di USD.

Introduzione del sistema

Questo computer verrà testato principalmente con sistema operativo Ubuntu e Debian, fino a seguire anche altri come Fedora.
Ecco le caratteristiche del computer:

Processor: Intel® Core™ i7 4790 (3.6GHz)
Chipset: Intel® H97
Memory: 16GB (2x8GB DD3)
Disk: Kingston SSD 128GB + 2TB HDD (7200 RPM)
Graphics: NVIDIA® GeForce GTX970 4GB
Audio: SonicMaster, High Definition 7.1 Channel Audio
Network/Bluetooth: 802.11a/b/g/n/ac, Bluetooth V4.0, 10/100/1000Mbps Intel Gigabit Ethernet
OS: Ubuntu 15.04 with kernel 4.1.4-040100-lowlatency
Display driver: NVIDIA 349.59
Desktop: Unity 7.3.2
Display Server: X Server 1.17.1
OpenGL: 4.4.0
Compiler: GCC 4.9.2
Altre info: https://www.asus.com/ROG-Republic-Of-Gamers/ROG_G20AJ/

Prima configurazione

Aggiornamento del sistema

Una volta scaricato il sistema operativo aggiorniamo come di consueto l’intero sistema operativo e sue componenti in modo da avere anche la piena compatibilità ove possibile.
Per fare ciò basta digitare i seguenti comandi:
sudo apt-get update && sudo apt-get -y dist-upgrade

Aggiornamento del kernel all’ultima versione

Per migliorare la compatibilità e per avere aggiornamenti su bug trovati e sistemati, consiglierei anche l’aggiornamento del kernel (di cui in fase di test la nostra era la 4.1.4-040100-lowlatency).
Per fare ciò possiamo usare un semplice plugin dove seguendo tutti i passi potremmo avere la nuova versione del kernel:
N.B: Ogni riga corrisponde ad un comando quindi per i neofiti, dopo ogni riga incollata sul terminale, premere INVIO.

sudo apt-get install lynx
wget https://dl.dropboxusercontent.com/u/964512/lffl_kernel/new/updatekernel.sh
chmod +x updatekernel.sh
sh updatekernel.sh

Una volta scaricato e installato il nuovo kernel, dovreste riavviare il sistema in modo da essere sicuri che il tutto fili liscio ma soprattutto che venga usato il nuovo kernel.

Aggiornamento driver (proprietario) scheda video NVIDIA

In questa sezione vi risparmio la fatica del copia e incolla sul terminale 🙂
Avete problemi con il driver open Nouveau? Volete avere qualche feature di casa NVIDIA? No problem possiamo installare i suoi driver proprietari all’ultima versione senza troppe preoccupazioni.

Per prima cosa, entriamo sulla Dashboard (per chi non lo sa, basta premere la prima icona in alto del launcher di sinistra; oppure, premere il tasto Windows sulla tastiera) e cerchiamo Driver Aggiuntivi.
Questo software permette di trovare automaticamente tutti i driver proprietari disponibili secondo l’hardware che trova sul nostro pc.

Nella prima sezione è dedicata al driver NVIDIA dove cliccheremo la prima voce. Per essere sicuri basta che guardiamo alla fine del nome se si trova la scritta Testato (che poi è indicativa la cosa).
P.s. già che ci siete ci consiglio di fare lo stesso se trovate altri driver proprietari, cliccate sempre sulla prima voce e sarete sicuri che userete sempre l’ultima versione.

Una volta fatto tutto, riavviamo di nuovo per essere certi sia che i moduli vengono caricati e sia per vedere se il sistema risulti stabile con i driver messi.

P.s. per i più smanettoni posso dire che si può anche effettuare overclock. La particolarità rispetto ai limiti imposti dai driver su Windows è l’avere sempre i limiti ma un po’ più alti così da aver più potenza.
Se volete approfondire c’è questo comando: sudo nvidia-xconfig –cool-bits=valore ma non mi assumo nessuna responsabilità dell’uso che ne viene fatto.

Non senti le ventole? Mettiamole in funzione!

Può capitare che le ventole non vengano riconosciute dal sistema e se così fosse, eseguite questi comandi per farli funzionare.. In caso funzionino già, andate avanti!
Come prima, i comandi sono questi:

sudo apt-get -y install lm-sensors fancontrol
sudo sensors-detect 
sudo /etc/init.d/kmod start

NB: quando date il secondo comando, per sicurezza scrivete sempre “yes” (senza apici) e quando arrivate verso la fine che vi chiede se volete inserire i moduli trovati (che dovrebbe essere solo coretemp attualmente), scrivete yes..
Inoltre, siate pignoli e controllate con il comando cat /etc/modules per vedere se c’è scritto da qualche parte i moduli trovati.

Nota: se avvertite dei “fischi” durante l’avvio non vi preoccupate perché questo succede ogni tanto a causa di un probabile test interno che viene effettuato spingendo le ventole ad avere il proprio RPM massimo.

Post installazione/riavvii/imprecazioni

Altri comandi che consiglio di installare come pulseaudio-equalizer per avere l’equalizzatore sempre a portata di mano, ubuntu-restricted-extras per avere tante altre belle cose come codec (proprietari anche) e così via:

sudo add-apt-repository ppa:nilarimogard/webupd8
sudo apt-get update && sudo apt-get install pulseaudio-equalizer
sudo apt-get -y install gparted vlc synaptic ubuntu-restricted-extras

Rock ‘n’ Roll con il Benchmark!

Heaven 4.0

Qualità media (1366 x 768): 101 FPS
Qualità ultra (1920 x 1080): 37 FPS

Valley 1.0

Qualità media (1366 x 768): 127 FPS
Qualità ultra (1920 x 1080): 54 FPS

Counter Strike: Global Offensive

Qualità ultra (1920 x 1080): 274 FPS

CPU Blowfish

This machine result: 1,527 sec

CPU CryptoHash

This machine result: 746,174 sec

CPU Fibonacci

This machine result: 1,107 sec

[PTS] Flexible IO Tester (RR)

Sequential Read: 450 MBs
Sequential Write: 450 MBs
Random Read: 85,000 IOPS
Random Write: 45,000 IOPS

[PTS] RAMSpeed SMP

Type: Average – Benchmark: Floating Point

Result: 15428.11 MBs

[PTS] Loopback TCP Network Performance

Time To Transfer 10GB Via Loopback

Result: 10 sec

[PTS] 7-Zip Compression

Compress Speed Test

Result: 31943 MIPS

[PTS] FLAC Audio Encoding

WAV to FLAC

Result: 3.18 sec

Conclusioni

L’Asus ROG G20AJ è un sistema che si mette in mostra con i suoi “spigoli”, davvero performante e dedicato ai gamer che amano avere alte prestazioni ad un costo accettabile a pochi.
Il PC viene venduto già preassemblato, basta solo collegare una tastiera, un mouse, un monitor, accendere e sareste già operativi per giocare o lavorare con programmi molto impegnativi.

I giochi recenti compatibili con linux (tra i quali CS:GO) si mostrano molto fluidi sfoggiando il massimo dei FPS accettabili: tutto ciò grazie alla presenza di un Intel Core i7-4790 e di una GPU NVIDIA GeForce GTX 970. Performance di tutto rispetto.

La domanda che comunque pongono tutti è: “E’ meglio un notebook gaming o un PC fai-da-te?”.
Sinceramente è una domanda difficile ma potrei rispondere che questo Asus ROG G20AJ seppur avendo un prezzo non troppo permissibile, garantisce le massime prestazioni che un gamer cerca cercando di occupare meno spazio possibile avendo anche internamente hardware ben disposto. Qui sono necessari i complimenti per la grande progettazione fatta.
Sì certo, mi direste che non è possibile portare un PC fisso in giro ma se dovete spostarvi poco in varie abitazioni o lan gaming, questo è il PC che fa per voi.

Parlavo di design “spigoloso”.. non pensate male!
Questo ASUS ROG G20AJ è costoso sì ma ha un design davvero spettacolare, piccolo e attraente, silenzioso e molto performante.
Pensate anche che in 3 spot (due centrali e uno in basso) sono presenti luci LED di cui potete cambiarne colore a proprio piacimento. Unico neo è che il software è al momento compatibile solo con windows mentre con wine riesce solo a partire senza poter effettuare cambiamenti.
Ma non disperate, vi posso permettere (:D) di entrare su windows solo per cambiare colore che rimarranno poi effettivi anche se si torna su Linux.

Per apprezzare completamente questo sistema raccomanderei di affiancarlo con un monitor da gaming che dispone di funzionalità G-Sync come magari un ASUS ROG Swift PG278 G-Sync Monitor.

Che dire.. Io ne sono rimasto completamente soddisfatto considerando che è anche un prodotto completamente compatibile con Ubuntu, Debian, SteamOS e Fedora.

Award meritatissimo!
I più grandi complimenti ad Asus per il PC.

mirkopizii_badge_linux